Feeds:
Articoli
Commenti

Bene ha fatto Renzi a tagliare i trasferimenti di risorse per le strade e le scuole di competenza provinciale della Sicilia. Pare che il danno per la Sicilia ed i siciliani vada dai 400 milioni al miliardo di euro. Tutto ciò perché l’Assemblea regionale siciliana, dopo tre anni (tre anni!!!) di commissariamento delle Province, non approva la riforma degli enti di area vasta. Sono facilmente immaginabili le conseguenze: le strade, senza interventi manutentivi, rimarranno dissestate e assomiglieranno sempre di più a mulattiere e le scuole continueranno, pericolosamente, a cadere a pezzi. Anche dal punto di vista economico, in un momento difficilissimo come questo e con una disoccupazione da paura,  il colpo inferto alla Sicilia è durissimo perché un miliardo di euro speso in lavori darebbe respiro a tutta l’economia, aumentando i consumi in tutti i settori.
Tutto ciò sta accadendo perché, purtroppo, alcuni considerano l’Assemblea Regionale come il proprio orticello privato dove fare e disfare a piacimento.

Palermo. Piazza vergogna

Palermo. Piazza vergogna.

Continua a leggere »

Annunci

Un riconoscimento alla sua straordinaria bellezza ed un formidabile volano per la crescita e lo sviluppo del territorio madonita.

image

Piano Battaglia, nel Parco delle Madonie.

Continua a leggere »

Mentre a Palermo annoiati borghesi radical chic cercano distrazioni giocando al tiro a Orlando e alla sua amministrazione, la mafia rinserra le fila e indice nuove elezioni interne all’organizzazione.

image

Vincenzo Consolo, Leonardo Sciascia e Gesualdo Bufalino.

Continua a leggere »

Tanti, poi, ottenuta la patente di duri e puri, alzarono l’ingegno e si comportarono, e si comportano, in maniera specularmente contraria.
Hanno cento euro in più in tasca ma hanno perso completamente la dignità.
La miseria umana si manifesta in tanti modi.
Questa è fra le più stomachevoli.

image Continua a leggere »

Il gruppo Facebook Siciliando organizza da oggi e fino a domenica 13 dicembre una mostra fotografica sul tema: “I mercatini siciliani”.

Il promo dell’iniziativa, Siciliando primo evento fotografico, director Giovanni Severino.

Siciliando

Continua a leggere »

Il sen. Francesco Campanella interviene oggi, con una interrogazione al Presidente dei Consiglio dei Ministri e al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della quale è primo firmatario e che pubblico di seguito integralmente, sul gravissimo problema degli 800 lit/sec di purissima acqua oligominerale di Scillato che si perdono, da alcuni anni ormai, e vengono versati nel fiume Imera a causa della rottura, nei pressi di Cerda,  della condotta idrica che trasporta l’acqua dal paese del Parco delle Madonie fino a Palermo.

image

L’acqua di Scillato nel canale di scarico nei pressi della congiunzione con il fiume Imera.

Continua a leggere »

I jihadisti dello Stato Islamico (Is) hanno decapitato l’archeologo siriano Khalid Al-Asaad, capo delle antichità della storica città di Palmira, e ne hanno appeso il corpo a una colonna della piazza principale del sito patrimonio dell’umanità.  L’archeologo di 82 anni aveva lavorato negli ultimi 50 come responsabile del sito di Palmira. Il sito archeologico, dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità, che si trova nella Siria centrale, è stato conquistato dall’Is il 21 maggio dopo il ritiro dell’esercito di Bashar al-Assad, ma non si conosce la reale entità dei danni provocati dai miliziani alle rovine.

Il Prof. Khalid Al-Asaad

Continua a leggere »

Ieri sera su Rai Tre hanno trasmesso “Correva l’anno”, una delle poche trasmissioni che riconciliano con il servizio pubblico radiotelevisivo. Si parlava di Lina Merlin, della straordinaria, combattiva, senatrice socialista che ha lottato tutta la vita per affermare e difendere i diritti delle donne nella nostra società. Una donna speciale. Nel 1926 a 39 anni si rifiutò, come insegnate di ruolo, a prestare giuramento al fascismo e, per questo motivo, fu licenziata dai gerarchi del regime. Per vivere si arrabattò con il doposcuola.

image Continua a leggere »

L’unica acqua realmente pubblica in Sicilia rimane quella della sorgente di Scillato, il comune del Parco delle Madonie, nella Città metropolitana di Palermo alla ribalta della cronaca il 10 aprile scorso per il cedimento del pilone autostradale sulla A 19 a causa di una frana e per la conseguente chiusura dell’autostrada. Vicenda che continua ad avere rilevanza locale, regionale e nazionale.
L’acqua di Scillato. 800 litri di acqua al secondo circa. Acqua purissima che dal 1896 disseta Palermo e, come scrivono i tecnici Amap che gestiscono gli impianti di adduzione e distribuzione, serve, miscelandola, a migliorare l’acqua che arriva nel capoluogo dalla diga Rosamarina di Caccamo e dalla sorgente Presidiana di Cefalù.
Da alcuni anni questa grazia di Dio viene buttata nel fiume Imera a causa di una interruzione nell’acquedotto in territorio di Cerda provocata da una frana.

image

Continua a leggere »

del Prof. Raimondo Giunta
Quando se ne parla, anche oggi, si evocano scenari di intrighi, di furbizia, di prevaricazione. Se ne parla con spirito di rivalsa, con accanimento, con cattiveria e sempre con lo sguardo rivolto a sinistra, la parte politico-culturale che sarebbe la responsabile di questa frode intellettuale.

image
Continua a leggere »

Il sindaco di Caltavuturo, On. Domenico Giannopolo, ha diffuso oggi una nota, che si riporta integralmente, nella quale chiarisce alcuni aspetti della vicenda legata alla bretella Prestanfuso che è stata realizzata con il contributo di 300.000 euro dei parlamentari regionali siciliani del M5S.

L'on. Domenico Giannopolo, sindaco di Caltavuturo.

L’on. Domenico Giannopolo, sindaco di Caltavuturo.

Continua a leggere »

Disposizioni in materia di liberi Consorzi comunali e Città metropolitane

TITOLO I

Ordinamento degli enti di area vasta della Regione siciliana

260596_1855288902238_1241287222_31829044_6387595_n Continua a leggere »

Il presidente dell’Ersu Palermo, Alberto Firenze, comunica che il Consiglio di amministrazione dell’ente ha varato il concorso per la concessione di benefici da erogare in forma di: borse di studio, 680 posti letto, servizi di ristorazione, nonché altri benefici e contributi economici per l’anno accademico 2015/16.
image
Continua a leggere »

Qualche anno fa il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, chiedeva l’introduzione delle gabbie salariali, che poi chiamò – faceva più chic – salari territorializzati, per favorire i lavoratori delle regioni più ricche. Naturalmente si alzarono le barricate per contrastare una proposta sperequativa e vessatoria nei confronti dei lavoratori delle regioni piu povere e assolutamente inaccettabile.
Sindaci 1

Continua a leggere »

Cercano di convincerci in tutti i modi che la colpa della crisi sia da addebitare a noi cittadini che abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità. Alcuni addirittura con 400 euro al mese di pensione! Come si fa a vivere in cotanto lusso. (sic) Non c’entrano proprio i signori del capitalismo finanziario, tutti in odore di santità, il sistema creditizio, le bolle, i titoli infetti. La ricca borghesia parassitaria cerca di convincerci che per combattere la crisi, ed espiare i nostri peccati, bisogna continuare con le politiche di austerità.

In cerca di cibo nella spazzatura  (foto da web)

In cerca di cibo nella spazzatura
(foto da web)

Continua a leggere »

Approfonditi i vantaggi derivanti dai risparmi teorici in caso di accorpamento dei comuni di minore dimensione demografica.

Il Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, ha pubblicato uno studio sulle fusioni di comuni che viene contestualizzato in un ambito di finanza pubblica attualmente caratterizzato da una congiuntura economica sfavorevole e da provvedimenti di riduzione della spesa pubblica che hanno interessato anche il comparto degli enti locali. (Clicca sulla foto per leggere lo studio)

Fusioni di comuni

Continua a leggere »

Palazzo Montecitorio, 03/02/2015

Signora Presidente della Camera dei Deputati, Signora Vice Presidente del Senato, Signori Parlamentari e Delegati regionali,

Rivolgo un saluto rispettoso a questa assemblea, ai parlamentari che interpretano la sovranità del nostro popolo e le danno voce e alle Regioni qui rappresentate.

Foto-2

 

Continua a leggere »

Mosaico della memoria

 

Continua a leggere »

Papa Francesco ha incontrato i partecipanti all’incontro mondiale dei movimenti popolari promosso dal Pontificio Consiglio della giustizia e della pace e dalla Pontificia Accademia delle scienze sociali. (Le foto dell’incontro)
All’udienza, svoltasi martedì mattina, 28 ottobre, nell’Aula vecchia del Sinodo in Vaticano, erano presenti, tra gli altri, il vescovo Sanchez Sorondo, alcuni presuli e circa 150 persone provenienti da 80 Paesi in rappresentanza dei cinque continenti.
AlI’inizio, il cardinale Turkson, presidente di lustitia et pax, ha rivolto un breve saluto al Pontefice, sottolineando che l’incontro ha lo scopo «di consolidare la rete delle organizzazioni popolari, di favorire la conoscenza reciproca e di promuovere la collaborazione tra esse e le Chiese locali» per la promozione e la tutela «della dignità e dei diritti della persona umana». Pubblichiamo il discorso del Pontefice in una nostra traduzione dallo spagnolo.
Papa Francesco

Papa Francesco

Continua a leggere »

La lettera che Reyhaneh Jabbari, 26 anni, impiccata in Iran per avere ucciso l’uomo che, sette anni fa, quando la ragazza aveva 19 anni, voleva stuprarla. Appena ha saputo della sua condanna morte, il 1 aprile scorso ha voluto registrare un audio messaggio per la madre con le sue ultime volontà.

Cara Sholeh,

oggi ho saputo che per me è arrivato il momento di affrontare la Qisas (la legge del taglione del regime iraniano). Mi ferisce che non mi abbia fatto sapere tu stessa che ero arrivata all’ultima pagina del libro della mia vita. Non credi che avrei dovuto saperlo? Lo sai quanto mi vergogno della tua tristezza. Perché non mi hai dato la possibilità di baciare la tua mano e quella di papà?

mujerirani

Continua a leggere »

Sarà lui a guidare il percorso di fusione delle due associazioni
Si è tenuta oggi l’Assemblea congressuale regionale di ANCI e Legautonomie Emilia-Romagna, assemblea che segna l’inizio del percorso di fusione delle due associazioni di rappresentanza dei Comuni e delle Autonomie locali.
L’assemblea, molto partecipata da sindaci e amministratori provenienti da tutta la Regione, ha eletto all’unanimità Daniele Manca, sindaco di Imola, quale presidente sia di ANCI sia di Legautonomie Emilia-Romagna. Per Manca si è trattato di una riconferma, dal momento che era presidente uscente di ANCI Emilia-Romagna.
Daniele Manca

Daniele Manca

Continua a leggere »

Non va… Bene.

Una vicenda davvero singolare e che la dice lunga sulla superficialità della classe politica attuale.

Il Parlamento con 486 voti favorevoli ha eletto Teresa Bene membro laico del Consiglio superiore della magistratura.

Roma. Palazzo Montecitorio. Sede della Camera dei Deputati.

Roma. Palazzo Montecitorio. Sede della Camera dei Deputati.

Continua a leggere »

«Pre-selezionare i candidati significa controllare un potere presentato come democratico. Il passo successivo sarà abolire le libertà».

hk-protest-12

Continua a leggere »

custode

Le origini del caos

Vi siete mai chiesti perchè il mondo è in un caos simile? Dedicato alle generazioni dei più giovani. [Roberto Savio]

Elio Varuna - CAOS

Elio Varuna – CAOS

di Roberto Savio*

Mentre la terza guerra mondiale non è stata formalmente dichiarata, i conflitti di tutto il mondo stanno raggiungendo livelli mai visti dal 1944.

Naturalmente, per la grande maggioranza di persone in tutto il mondo, le notizie su questi conflitti sono solo parte della cronaca quotidiana, ma un’altra quota di essa verte sul caos esistente nei nostri paesi.

Esso è così complesso e confuso che molte persone hanno rinunciato al tentativo di una qualsiasi forma di comprensione profonda, così ho pensato che sarebbe stato utile offrire dieci spiegazioni di come siamo riusciti a creare questo caos. Continua a leggere »

Luna di giorno

IMG_3238

Aspra - Bagheria (PA). Barche in controluce. Sullo sfondo Palermo, Monte Pellegrino e Castello Utveggio.

Aspra – Bagheria (PA). Barche in controluce.

bring back our girl

Vogliono far passare l’idea che chi è contro l’euro, contro questo euro, è contro l’unità Europa. Per quanto mi riguarda è esattamente il contrario. L’euro, con le sue attuali regole, sta distruggendo l’idea di Europa unita. Sta passando, invece, l’idea di un’Europa degli egoismi e dei nazionalismi, del più forte che fa fuori il più debole. Io sono per gli Stati Uniti d’Europa e per una profonda revisione delle regole che tengono in piedi la moneta unica. Altrimenti, rimanendo sempre favorevole agli Stati Uniti d’Europa, è meglio uscire dall’area euro.

I paesi dell'area Euro

In giallo i paesi dell’area Euro

di Padre Lorenzo Marzullo

“Carissimo papa Francesco, da circa un mese e mezzo sono rientrato i Sicilia dopo una stupenda esperienza missionaria nella foresta amazzonica dell’Ecuador. Mi sono accorto subito che, come in america latina, anche se con delle comprensibili varianti, c’è una grandissima attenzione ed ammirazione per la tua “semplice” ed “incisiva” testimonianza evangelica. Il tema di una Chiesa povera per i poveri ha riacceso nel cuore di molti una luce che si era assopita o addirittura spenta a causa di evidentissime testimonianze di segno contrario. Il tuo stile di vita sobrio ed attento alle periferie esistenziali sta ridando fiato a chi spesso era costretto a vivere le radicalità evangeliche nella penombra e nell’emarginazione sottile da parte di chi aveva elevato a dignità quasi divina il carrierismo, le nomenclature, le forme esteriori. Insomma da parte di chi alle “periferie esistenziali” preferisce le “periferie culturali di stampo aristocratico”.

Ma mi sto accorgendo anche che ancora da parte di molte realtà ecclesiali, al di là dei facili applausi e delle ovazioni verbali, si stenta tantissimo nel porre in atto le tue concrete indicazioni a favore di quelle realtà che gridano aiuto. Ancora moltissime strutture inutilizzate, rimangono tali, non si notano progetti nuovi a favore delle fasce più deboli,…….Sembra come se si avesse una maledetta paura di perdere cose e privilegi.

Padre Lorenzo Marzullo

Padre Lorenzo Marzullo

Continua a leggere »

1735. Un anno importantissimo per la Sicilia e per Palermo. È l’anno dell’incoronazione di Carlo Borbone a Palermo, l’anno nel quale gli spagnoli ritornano a dominare la scena politica isolana dopo la dominazione degli Asburgo (1720-1734)ed è l’anno che rinsalda il legame tra la corona iberica e i nobili siciliani e che consolida fortemente il sistema feudale. Un legame  strutturato in maniera tale da “costringere” i ricchi feudatari a trasferirsi nel capoluogo per potere esercitare direttamente il potere conferito loro dagli spagnoli. In conseguenza di ciò si dà vita a Palermo ad una vera e propria competizione tra i nobili, sotto il segno dell’apparire, nella edificazione di dimore di pregio che dovevano suscitare meraviglia e comunicare l’elevato censo e la solida forza economica, politica e sociale dei blasonati committenti.

Nasce in questo contesto palazzo Comitini in via Maqueda.

Palermo. Interno di Palazzo Comitini.

Palermo. Interno di Palazzo Comitini.

Continua a leggere »

Possiamo fare a meno della voglia dei giovani di cambiare il mondo? Ci possiamo permettere il lusso di spegnere le loro aspirazioni e i loro sogni?

manifestazione_7

Continua a leggere »

Recuperare la memoria e tramandarla,  far emergere e valorizzare le pulsioni positive presenti nella società per migliorare noi stessi e la comunità nella quale viviamo, con l’obiettivo di maturare la consapevolezza di sentirci cittadini del mondo.

Clicca per firmare la petizione.

Persone e organizzazioni che aderiscono alliniziativa: Sindaco del Comune di Lampedusa Giusi Nicolini, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR), Save the Children, Emergency, Terres des Hommes Italia ONLUS, Legambiente, Centro Astalli, Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI), ARCI, UsigRai, MeltingPot., LIBERA!, Croce Rossa Italiana, Rete Comuni, Medici senza Frontiere.

 Lampedusa

Continua a leggere »

L’europarlamentare Magdi, (non più) Cristiano, Allam lascia la Chiesa, dopo aver abbandonato l’Islam ed essere stato battezzato nella Basilica di San Pietro in Vaticano da Papa Ratzinger il 22 marzo 2008.

Ratzinger battezza Allam

Ratzinger battezza Allam

Continua a leggere »

Le riforme istituzionali sono state al centro del convegno nazionale organizzato da Legautonomie a Roma lo scorso 14 ottobre sul tema: “Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell’ordinamento locale”.

Presidenti di Consiglio comunale

Presidenti di Consiglio comunale

Uno degli aspetti trattati ha riguardato le misure da adottare per intervenire sulla seconda parte della Costituzione e nei tre capitoli fondamentali della forma di governo, della forma di Stato e del sistema parlamentare, al fine di rendere più adeguata ed efficace l’azione delle istituzioni.

La riforma del Titolo V della Costituzione va completata, come chiedono gli enti locali, definendo una differenziazione delle funzioni e della rappresentanza democratica tali da superare il bicameralismo paritario e per costruire un impianto istituzionale efficiente e coerente con un assetto di tipo federale.
L’on. Marco Filippeschi, Presidente di Legautonomie e sindaco di Pisa, ha sottolineato come “Il superamento del bicameralismo paritario e la configurazione di una seconda camera espressione delle autonomie territoriali costituisca anche un’esigenza diventata oramai imprescindibile per arginare il crescente contenzioso dinanzi alla Corte Costituzionale”.

Sono stati sepolti oggi nel piccolo cimitero del Comune di Scillato (PA) tre migranti deceduti a seguito del naufragio della loro nave al largo di Lampedusa il 3 marzo scorso. Ho scritto una lettera al sindaco del paese madonita, Antonino Battaglia, chiedendogli di dare seguito a questo gesto di civiltà istituendo la Giornata della solidarietà e dell’accoglienza. Un invito che rivolgo a tutti i sindaci siciliani. Ecco la lettera:

Egregio Signor Sindaco, vorrei innanzitutto manifestarLe il mio più vivo apprezzamento per la decisione di dare degna sepoltura nel cimitero del nostro paese a tre nostri sfortunati fratelli migranti, annegati nel naufragio avvenuto al largo di Lampedusa, che cercavano il loro futuro ed hanno invece trovato la morte. Sono gesti, questi, che ci fanno sentire orgogliosi di appartenere ad una comunità.

Il Sindaco di Scillato, Antonino Battaglia ed il Parroco, Don Salvatore Di Marco, accolgono le bare con le salme dei migranti nel cimitero di Scillato.

Il Sindaco di Scillato, Antonino Battaglia, ed il Parroco, Don Salvatore Di Marco, accolgono le bare con le salme dei migranti nel cimitero del paese madonita.

Continua a leggere »

Mare nero

Mare nero.

di Fabrizio Pezzani*

“ E’ giunto il tempo di capire che non siamo di fronte a una crisi ordinaria che capita più o meno ogni decennio ma davanti ad una delle grandi transizioni della storia umana quando a una forma di cultura ne succede un’altra ..”, scriveva Pitirim Sorokin nel 1941 in “ La crisi del nostro tempo “ riprendendo il percorso di analisi dell’evoluzione delle società dell’uomo nella storia, in linea con i grandi pensatori europei che sulla traccia indicata da G.B. Vico hanno cercato di capire le leggi universali che sembrano guidare il nostro tempo sempre oscillante fra fasi di guerra e scontro ad altre di riconciliazione e di collaborazione . Oggi , siamo forse ad una di queste grandi transizioni.

È tutta un'altra storia pezzani

Continua a leggere »

di Fabrizio Pezzani*

Da quando è cominciato nel luglio del 2011 l’attacco dei mercati al nostro debito, il paese è sembrato sempre più un pugile “ groggy “ messo all’angolo da un avversario imprevedibile, incapace di reagire e incredulo di fronte ad un cambiamento dei fatti che non riusciva a capire . Gli esecutivi si sono succeduti in forme e composizioni diverse ma pur cambiando l’ordine dei fattori il risultato è sempre stato desolante; le variazioni dello spread sono state meno dure ma per ragioni esterne al paese non certamente per le azioni poste in essere che paradossalmente hanno aggravato i problemi.

Il Prof. Fabrizio Pezzani

Il Prof. Fabrizio Pezzani

Continua a leggere »

Clicca per firmare la petizione: http://www.meltingpot.org/Appello-per-l-apertura-di-un-canale-umanitario-fino-all#.Uk_oOSiZ_yO

Ai Ministri della Repubblica, ai presidenti delle Camere, alle istituzioni europee, alle organizzazioni internazionali

A cadenza ormai quotidiana la cronaca racconta la tragedia che continua a consumarsi nel mezzo del confine blu: il Mar Mediterraneo.
Proprio in queste ore arriva la notizia di centinaia di cadaveri raccolti in mare, ragazzi, donne e bambini rovesciati in acqua dopo l’incendio scoppiato a bordo di un barcone diretto verso l’Europa.
Si tratta di richiedenti asilo, donne e uomini in fuga da guerra e persecuzioni, così come gli altri inghiottiti da mare nel corso di questi decenni: oltre 20.000.

Vergogna radio24.ilsole24ore.com

Continua a leggere »

Dieci milioni di euro per promuovere 3 mila tirocini in azienda retribuiti con una borsa di 500 euro mensili per i giovani non più inseriti in un percorso scolastico/formativo, ma neppure impegnati in un’attività lavorativa. L’opportunità è data da Neet, progetto promosso dal ministero del Lavoro e realizzato da Italia Lavoro con risorse a valere sul Piano di Azione e Coesione. L’intervento si rivolge ai residenti in Campania, Sicilia, Puglia e Calabria, con età compresa tra i 24 e i 35 anni non compiuti e in possesso di una laurea. Il 9 settembre si sono aperte le iscrizioni delle imprese su Cliclavoro per l’offerta dei tirocini, il 25 quelle dei giovani che potranno scegliere di candidarsi con i propri curricula. Per tutti sarà possibile registrarsi a Neet fino ad esaurimento delle risorse disponibili e comunque non oltre il 31 dicembre 2014.

Per collegarti con il sito di Italialavoro clicca sulla foto.

 

Gli enti locali in Sicilia vivono un momento difficilissimo. Le misure di contenimento della spesa legate alla spending review hanno determinato continui tagli nei trasferimenti statali e regionali creando difficoltà nell’erogazione dei servizi primari.  Un altro aspetto da sottolineare riguarda le riforme istituzionali che nel corso dell’anno sono state messe in campo dal governo e dall’assemblea regionale e che avranno un peso determinante nella vita degli enti locali siciliani.  Temi di importanza vitale per tutto il sistema delle autonomie locali siciliane che non hanno visto il doveroso e prioritario confronto tra la regione e gli enti locali e, di conseguenza, i cittadini, che le amministrazioni locali rappresentano in prima istanza.

Palermo. Gennaio 2011. Un incontro della segreteria regionale della Lega Siciliana delle Autonomie Locali con l'allora assessore agli enti locali, Caterina Chinnici.  In primo piano a sinistra Saro Patti e, a destra, Vittorio Gambino.

Palermo. Gennaio 2011. Un incontro della segreteria regionale della Lega Siciliana
delle Autonomie Locali con l’allora assessore agli enti locali, Caterina Chinnici.
In primo piano, a sinistra, Rosario Ansaldo Patti e, a destra, Vittorio Gambino.

Continua a leggere »

Ricevo e, volentieri, pubblico.

di Francesco Dolce*

La Scuola di pensiero di illustri personaggi della scienza delle autonomie locali e l’esperienza personale mi permettono di affermare con forza l’importanza che rivestono, nella nostra Italia, le piccole comunità sia come elemento di base del governo del territorio che come motore dell’attività economica e come fattore insostituibile di coesione sociale.

Francesco Dolce

Francesco Dolce

Continua a leggere »

Invito i visitatori ed i lettori di “Punto e a capo” a leggere questa splendida intervista del direttore di “Civiltà Cattolica”, padre Antonio Spadaro, a Papa Francesco. Non voglio  commentare proprio per lasciare ad ognuno la possibilità di goderne appieno tutte le sfumature secondo la propria sensibilità e senza condizionamenti. Cliccare qui per scaricare gratuitamente il quaderno integrale di Civiltà Cattolica n. 3918 che contiene (dalla pagina 449 alla pagina 477) l’intervista.

Papa Francesco

Papa Francesco

logoLCC

Ringrazio De Co Sicilia, la Libera Università Rurale Saper&Sapor (clicca qui per collegarti con il sito) ed il suo direttore, Dott. Nino Sutera, per avermi voluto nominare “Custode delle identità territoriali”. Un conferimento tanto inaspettato quanto gradito. Chi sono i custodi dell’identità territoriale? Spiega il Dott. Sutera:

custode

Continua a leggere »

Pubblichiamo il testo integrale dell’omelia del Papa per la Veglia di pace in Piazza San Pietro:

«Dio vide che era cosa buona» (Gen 1,12.18.21.25). Il racconto biblico dell’inizio della storia del mondo e dell’umanità ci parla di Dio che guarda alla creazione, quasi la contempla, e ripete: è cosa buona. Questo, carissimi fratelli e sorelle, ci fa entrare nel cuore di Dio e, proprio dall’intimo di Dio, riceviamo il suo messaggio. Possiamo chiederci: che significato ha questo messaggio? Che cosa dice questo messaggio a me, a te, a tutti noi?

Piazza san Pietro 1
Continua a leggere »

“Insieme con il Consiglio di Amministrazione della Rap, il Presidente Sergio
Marino, il Vice Sindaco e Assessore alle Partecipate Cesare Lapiana –
ha dichiarato il Sindaco Leoluca Orlando – abbiamo voluto
visitare l’area della discarica di Bellolampo per esprimere
apprezzamento per il lavoro che si è fatto e che si continuerà a fare.
Quella che fino a pochi mesi fa era una bolgia infernale si avvia ora
a diventare una discarica moderna.

Bellolampo
Continua a leggere »

L’Amministrazione comunale di Palermo guidata da Leoluca Orlando ha deciso di aderire, insieme con la Presidenza del Consiglio Comunale, alla giornata contro la guerra, promossa per sabato prossimo da Papa Bergoglio.
papa_francesco_motto_stemma
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: